Parole di pietra
La vita dell'antica Roma raccontata dalle epigrafi della via Appia

Home | Mappa del sito | Itinerario Virtuale |Storia | Archeologia | Vita Quotidiana| Religione | Immagini | Siti consigliati

Archeologia. Mensa Sepulcralis

Indice degli argomenti:

Ara

Architrave

Base

Blocco

Bottega marmoraria

Castrum Caetani

Cinerario

Cippo

Colombario

Forte Appio

Heredem Sequetur

Inumazione ed incinerazione

Iscrizioni funerarie metriche

Lastra

Mensa Sepulcralis

Sarcofago

Stele

Testamento sepolcrale

Titulus pedaturae

Il termine designa una lastra iscritta o anepigrafe, generalmente rettangolare o quadrata, ma talora anche circolare, posta all’interno dei colombari direttamente su pavimento o in piano su banconi chiamati podia, a chiusura delle nicchie contenenti le ollae dei defunti. Essa era strettamente legata allo svolgimento dei riti funerari. Infatti sua peculiarità è la presenza sulla superficie  di uno o più fori di deflusso (infundibula, chiamati cola se conformati come colini),che consentivano il passaggio fino alle ceneri del defunto delle libagioni rituali effettuate con miele, latte e vino; in tal modo infatti, si credeva che fosse assicurata la presenza del defunto alle cerimonie effettuate durante le ricorrenze funebri.

L’iscrizione era incisa lungo il perimetro della lastra non interessato dalla “lacuna” originata dal foro.