Parole di pietra
La vita dell'antica Roma raccontata dalle epigrafi della via Appia

Home | Mappa del sito | Itinerario Virtuale |Storia | Archeologia | Vita Quotidiana| Religione | Immagini | Siti consigliati

Archeologia. Heredem Sequetur

Indice degli argomenti:

Ara

Architrave

Base

Blocco

Bottega marmoraria

Castrum Caetani

Cinerario

Cippo

Colombario

Forte Appio

Heredem Sequetur

Inumazione ed incinerazione

Iscrizioni funerarie metriche

Lastra

Mensa Sepulcralis

Sarcofago

Stele

Testamento sepolcrale

Titulus pedaturae

Heredem sequetur ed heredem non sequetur sono formule attestate con una certa frequenza nell’insieme delle iscrizioni funerarie; rientrano nell’ambito delle disposizioni testamentarie relative alla sepoltura dei defunti, e si incidevano per rendere inequivocabile la volontà del testatore. La prima indica la possibilità che il sepolcro accolga i resti mortali degli eredi del defunto, anche se non appartenenti alla sua famiglia di origine, la seconda, al contrario, limita l’accesso alla tomba agli appartenenti di un’unica famiglia, quella del proprietario del sepolcro. In sostanza, queste clausole definivano il carattere ereditario o familiare dei sepolcri.