Ministero per i Beni e le attività culturali, Soprintendenza Archeologica di Roma
 

Parole di pietra
La vita dell'antica Roma raccontata dalle epigrafi della via Appia

Home | Mappa del sito | Itinerario Virtuale |Storia | Archeologia | Vita Quotidiana| Religione | Immagini | Siti consigliati

Guida al sito

Sito della Soprintendenza

Informazioni

Presentazione

Contributi

Guida al sito

La finalità del sito Parole di Pietra è la realizzazione di un itinerario virtuale attraverso alcune delle più significative epigrafi della via Appia antica, molte delle quali ancora si trovano lungo la strada, mentre altre sono raccolte nell’Antiquario del Mausoleo di Cecilia Metella o all’interno di altre strutture museali. Le schede delle epigrafi, corredate di immagini, sono collegate a testi di approfondimento che facilitano la comprensione degli antichi documenti e li inquadrano nel contesto della società che li ha prodotti.

Per una migliore fruizione del sito, è utile avere una risoluzione video di almeno 1024x768 pixel, ed è consigliabile utilizzare Internet Explorer come browser.

Il sito è stato realizzato in  modo che si possa navigare tramite l’uso di una barra orizzontale superiore, dai contenuti fissi, ed una barra verticale, posta sul lato sinistro delle pagine, dal contenuto via via diverso, a seconda dell’argomento scelto.

La barra superiore orizzontale contiene l’elenco delle principali sezioni del sito; essa permette di spostarsi attraverso le principali aree. Nella sezione Home sono contenute le notizie più generali, la Mappa del sito costituisce l’indice di tutti gli argomenti trattati, ed i titoli introducono il lettore agli argomenti raccolti nelle diverse sezioni.

In particolare, nell’Itinerario Virtuale i reperti epigrafici sono fruibili in tre diversi modi: il più semplice è costituito da un elenco delle epigrafi navigabile tramite la barra verticale dei collegamenti nella parte sinistra delle pagine; in alternativa, è possibile interrogare il database per mettere in evidenza tutte le iscrizioni che rispondono ad un criterio di ricerca impostato dal lettore; infine, per mezzo di un’applicazione WebGis, è possibile scegliere un’iscrizione da consultare sulla base della sua posizione sulla via Appia.

Le schede esplicative di ciascuna iscrizione e le finestre di approfondimento dedicate di volta in volta a temi diversi (ma strettamente legati alle epigrafi) sono raggiungibili per mezzo di collegamenti ipertestuali, facilmente individuabili grazie all’uso di un colore e di un tipo di carattere diversi rispetto al resto del testo.

Le fotografie che ritraggono le iscrizioni sono apprezzabili in due formati, uno pensato per la semplice navigazione internet, e l’altro, accessibile semplicemente ciccando sulla foto dell’iscrizione, dotato di una risoluzione molto maggiore, che consente di apprezzare in dettaglio le diverse caratteristiche delle iscrizioni e dei supporti su cui sono state vergate.

Infine, sempre nella barra verticale visualizzata sulla sinistra dello schermo, il lettore potrà trovare le notizie della Soprintendenza, la presentazione e la guida del sito, e la pagina dei crediti con l’elenco degli autori.