Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma
Palazzo Altemps

Archivio di Documentazione Archeologica
Archaeological Data Archives

link a sito esterno

English version

home - mappa - guida - contatti - glossario

vai al contenuto

Ti trovi in: Home - La storia - Archeologi e studiosi - Alda Levi

Alda Levi (1890-1950)

Fu ispettore archeologo presso varie soprintendenze e presso il Museo Nazionale Romano.

Alda Levi (nata a Bologna, il 16 giugno 1890 e morta a Roma, il 23 giugno 1950), fu fine studiosa di antichità greco romane, interessandosi delle arti plastiche come la grande statuaria. Un caposaldo sono i suoi studi sulle sculture del Palazzo Ducale di Mantova. Ottenne la libera docenza in Archeologia nel 1923.

Seconda moglie di Vittorio Spinazzola, collaborò a curare l'opera postuma del marito sugli scavi di Via dell'Abbondanza, e fu tra le prime donne ad accedere come funzionario alle Antichità e Belle Arti.

Ispettore dal 1915 alla Soprintendenza agli Scavi e ai Musei delle province di Napoli, Caserta, Avellino, Salerno, Benevento, Campobasso, si occupò dei rinvenimenti in localit√† come i Campi Flegrei ed il Sorrentino. Nel 1924 per poco tempio fu alla Soprintendenza bolognese, e dal 1925 fu dislocata alla Soprintendenza ai Musei e scavi di Lombardia, Piemonte, Liguria, con ufficio distaccato per la Lombardia. Fu l'unico funzionario responsabile di tutto il territorio Lombardo, e le si deve una intensa attività pionieristica con importanti risultati sulla topografia di Milano romana, col primo riconoscimento del più antico circuito delle mura e col rinvenimento dei resti dell'anfiteatro e del teatro. Nei suoi ultimi anni fu assegnata al numismatico del Museo Nazionale Romano.

Biografia

  • A. Ceresa Mori, L'Anfiteatro di Milano e il suo quartiere, Milano 2004, pp. 12-13.
  • ACS, MPI, DGAABBAA, Div. I, IV vers., Personale Cessato al 1956, bb. 134, 273, Spinazzola Levi Alda.

Testo di Francesco Scotto Di Freca

home - mappa - guida - contatti - glossario torna alla navigazione

Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma © Archivio di documentazione archeologica 2004-07,ultima revisione 2009-04-07, a cura della redazione
URL: archeoroma.beniculturali.it/ada