Rilievi topografici ed archeologici

A partire dal 2010 l’Istituto Archeologico Germanico di Roma (DAI) con la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma (SSBAR)  hanno realizzato una rete topografica distribuiti negli ambienti sotterranei relativi alla Domus Aurea e sul sovrastante piano delle terme di Traiano oggi corrispondente a una parte dei giardini del Colle Oppio.

All’interno di questo sistema di riferimento vengono eseguiti tutti i rilievi archeologici di dettaglio relativi al cantiere della Domus Aurea.

Una fase del lavoro di rilievo nella sala 34 - Archivio SSBAR

Una fase del lavoro di rilievo nella sala 34 – Archivio SSBAR

Il progetto di rilievo è orientato alla creazione di un supporto grafico valido per tutti gli interventi conservativi attualmente in corso, dal reintegro delle volte crollate al consolidamento delle superfici affrescate, e intende dare una lettura esaustiva e completa di tutte le strutture indagate anche sotto il profilo prettamente scientifico ed archeologico.

I rilievi, realizzati per lo più in scale 1:100 e 1: 50, contengono diversi livelli di informazione relativi alla struttura antica quali il quadro completo delle lesioni e delle lacune presenti su volte e pareti, la mappatura dei precedenti interventi di restauro e la necessaria lettura archeologica del monumento in tutte le sue fasi.

Il progetto di reintegro delle volte, attualmente in corso in una serie di ambienti neroniani noti col nome di “Casermette”, rappresenta uno degli esempi di impiego di questi rilievi. Il rilievo dello stato di fatto della struttura, così come la sua lettura archeologica, costituiscono la base per l’intervento di reintegro.

Prospetto dell'ambiente 15

Prospetto dell’ambiente 15

Anche nel caso dei numerosissimi affreschi che arricchiscono le pareti e le volte degli ambienti della Domus Aurea il rilievo di dettaglio degli intonaci fornisce una base agli interventi di consolidamento dei restauratori.

Sezione Nord-Sud

Sezione Nord-Sud

Tutte le caratteristiche costruttive, così come le numerose fasi intercorse tra la realizzazione dell’edificio in epoca neroniana, i suoi riadattamenti nei decenni successivi fino al grande intervento traianeo, e tutte le tracce di diverso utilizzo di quegli spazi dall’epoca tardo antica fino ad oggi, sono oggetto sul campo di una attenta lettura archeologica alla quale segue un rilievo strumentale delle superfici. I dati così raccolti sul campo sono successivamente rielaborati in CAD. Attraverso questo metodo è stato possibile ottenere come prodotto finale un rilievo vettoriale con dati 2D e 3D senza perdere il tradizionale contatto diretto con la struttura antica, l’unico genere di approccio che ne consenta veramente la corretta comprensione.

In ogni ambiente della Domus Aurea, e in funzione di qualunque tipo di intervento, il rilievo archeologico, in quanto fase di approfondimento e studio, si è dimostrato di fondamentale utilità in un progetto di tutela inevitabilmente connesso alla comprensione scientifica del monumento da tutelare.

Tag: , , , , , .
Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Gli autori

Heinz-Jürgen Beste

Heinz-Jürgen Beste

Nato a in Germania/Westfalia. 1980-86 Ha studiato architettura e storia di arte al Politecnico di Dortmund e all’Università di Berlino. 1988-1995 Assistente scientifico presso l’Istituto di storia dell’architettura dell’Università di Monaco. 1989 Borsa di viaggio dell’Istituto Archeologico Germanico. 1986-1995 Partecipazione alle campagne di scavo dell’Istituto Archeologico Germanico a Paestum, Metaponto, Siracusa e Selinunte. 1997 Dottore di ricerca alla facoltà di architettura dell’Università di Monaco. Dal 1995 Membro scientifico dell’Istituto Archeologico Germanico nel settore architettura romana e topografia.
Gabriele Monastero

Gabriele Monastero

Archeologo specializzato in Rilievo e analisi tecnica dei monumenti antichi. Collabora con la SSBAR dal 2009 a progetti di rilievo archeologico e topografia relativi al teatro di Pompeo e al cantiere della Domus Aurea. Dal 2010 collabora con l'Istituto Archeologico Germanico di Roma (DAI) ai rilievi sul cantiere della Domus Aurea.
Valentina Iannone

Valentina Iannone

Archeologa specializzata in Rilievo e analisi tecnica dei monumenti antichi. Collabora con la SSBAR dal 2009 a progetti di rilievo archeologico e topografia relativi al teatro di Pompeo e al cantiere della Domus Aurea. Dal 2008 collabora con l'Istituto Archeologico Germanico (DAI) agli scavi di Fabrateria Nova e dal 2010 ai rilievi sul cantiere della Domus Aurea.

Un commento

  1. Sono stato stimolato ad una maggiore documentazione dagli articoli di National Geographic.
    Mi complimento per quanto state facendo ed auguro vivamente non vi manchino i finanziamenti per proseguire. Buon lavoro.
    Francesco

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>