Nuove indagini sul Colle Oppio

Pubblichiamo oggi, nella categoria Ricerca Scientifica -  Indagini archeologiche, un nuovo articolo: i primi risultati di uno scavo effettuato sui giardini del Colle Oppio, al di sopra delle gallerie traianee 20a e 20b, finalizzato alla conoscenza dell’assetto esterno e delle caratteristiche costruttive delle volte antiche per la ricostruzione delle parti mancanti nell’ambito del progetto di consolidamento e protezione del monumento.

Vorremmo segnalare inoltre che – già con i precedenti articoli- per noi archeologi è stata una scelta di assoluta novità  la pubblicazione di indagini inedite su un blog e siamo molto interessati ai vostri commenti, soprattutto sulla facilità di comprensione del testo: spesso, purtroppo, siamo abituati ad usare un linguaggio da “ addetti ai lavori”,

Panoramica dello scavo sulla galleria 20 B, Archivio SSBAR

Panoramica dello scavo sulla galleria 20 B, Archivio SSBAR

ma ora stiamo cercando di non usare termini troppo specialistici e  ogni suggerimento sarà a tal fine prezioso.

This entry was posted by Ida Sciortino. Bookmark the permalink.

L'autrice

Ida Sciortino

Ida Sciortino

Laureata presso l’Università La Sapienza di Roma, lavora dal 1980 nella Soprintendenza Archeologica di Roma. Dal 1982 ha seguito tutte le indagini archeologiche dell’area nord-ovest del Foro Romano ed in particolare ha rinvenuto un importante deposito votivo riconosciuto come sede della fase più antica del culto di Saturno; i reperti ceramici pertinenti a questo sito verranno esposti nel nuovo allestimento dell’Antiquarium del Foro. Dal 2003 si è poi impegnata nella tutela e nella ricerca, funzioni svolte nel territorio relativo al I Municipio, in particolare nella zona limitrofa all’ Area Archeologica Centrale. Funzionario Responsabile dell’area Nord Ovest del Foro Romano ,ha portato a termine le indagini archeologiche e il restauro delle strutture emergenti del sito consentendo nell'ambito delle manifestazioni per il “Bimillenario di Augusto”, il 30 settembre 2014 di restituire alla pubblica fruizione, l'antico percorso del Vico Iugario - Basilica Giulia. Dal 2003 è Direttore della Basilica sotterranea di Porta Maggiore, di cui ha promosso gli interventi di conservazione e restauro e curato l’allestimento didattico per la presentazione al pubblico in occasione dell’apertura del monumento entro la primavera del 2015. Dal 1992 fa parte dello staff della Domus Aurea, seguendo le diverse attività di tutela, ricerca, conservazione e promozione. Ha preso parte alla realizzazione del Progetto Definitivo per il risanamento del monumento e fin dall’inizio ha coordinato la redazione del blog dedicato al Cantiere Domus Aurea. Da ultimo ha ricevuto la nomina di Direttore della Domus Aurea.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>