Il coordinamento della sicurezza in Domus Aurea

La morfologia del monumento archeologico, la complessità e il numero degli interventi di consolidamento in atto e in progetto obbligano a una gestione della sicurezza particolarmente attenta e attuativa nella forma più estesa della normativa vigente (Decreto legislativo n. 81/08, n. 106/09 e s.m.i.).

In passato – fino al 2006 -  nella fase di apertura al pubblico di un percorso interno alla Domus, il coordinamento della sicurezza ha interessato anche la gestione delle  interferenze tra  visitatori e  cantieri di restauro aperti, con lo studio di percorsi protetti al fine di limitare i rischi per il pubblico.

Benché oggi il monumento sia chiuso al pubblico, l’apertura di numerosi cantieri resi possibili dai finanziamenti disponibili per la realizzazione del progetto di consolidamento e risanamento strutturale, richiede una continua  e particolarmente attenta  attività di coordinamento per la sicurezza rivolta soprattutto agli operatori.

Infatti, all’interno del monumento, la concomitante presenza di diverse imprese - impegnate nella realizzazione delle opere di consolidamento  delle strutture e del patrimonio decorativo- insieme  al team della direzione e dei professionisti  che svolgono le attività di analisi, monitoraggio, rilievi, richiede un attento coordinamento per la sicurezza, finalizzata al contenimento delle interferenze e dei rischi lavorativi.

La Domus è diventata un  cantiere speciale, diverso dalla semplice realizzazione di  una nuova costruzione,  si tratta in effetti di un complesso monumentale di per sé portatore  di molteplici variabili e difficoltà ambientali e logistiche.

E’ quindi necessaria  la continua verifica del rispetto dei requisiti di sicurezza nelle varie lavorazioni,  con interventi da parte dei coordinatori per la sicurezza e  con riunioni di coordinamento tra le diverse imprese esecutrici e i professionisti, finalizzate alla condivisione delle molte problematiche legate alla realizzazione in sicurezza degli interventi e al coordinamento nei diversi ambienti della Domus.

La gestione spazio-temporale attraverso la programmazione degli interventi (WBS) e la localizzazione dei cantieri nei vari ambienti della Domus (LBS) sono i fattori  in grado di garantire il controllo delle interferenze e dei rischi di lavorazione, cercando di applicare con la massima cura il dettato della legge e di garantire il corretto e continuo aggiornamento sullo stato delle lavorazioni di tutti gli operatori presenti nel/nei cantiere/i.

Strumento centrale di tale attività è il DUVRI (Documento Unico  di Valutazione  dei Rischi da Interferenze), redatto dalla Committenza. Questo basilare documento, coordina  le interferenze tra i cantieri, le attività esterne e interne, i tecnici e i professionisti. Una parte significativa di  esso trova applicazione nell’individuazione dei percorsi  comuni e dedicati.

Il coordinamento della sicurezza è affidato a diversi professionisti e ogni singolo progetto (o cantiere) è corredato da un piano di sicurezza e di coordinamento  specifico nel quale i coordinatori  debbono prevedere, fra i contenuti dettati dal Decreto legislativo n. 81/08, le prescrizioni  correlate alla complessità delle opere da eseguire, atte a prevenire o ridurre i rischi per  la sicurezza e per la salute dei lavoratori, considerando che si lavora prevalentemente in  un ambiente ipogeo, con valori di  umidità e temperatura  che non permettono  la permanenza continuativa nell’ambiente di lavoro, e che, per particolari interventi, obbligano sempre il lavoratore  all’utilizzo  continuativo dei dispositivi di protezione individuale specifici.

L’organizzazione dei cantieri in atto e in progetto è un processo dinamico in continua evoluzione e pertanto è particolarmente importante e impegnativo l’aggiornamento continuo del DUVRI e dei singoli piani di sicurezza  in forma coordinata,  per renderli aderenti all’effettivo stato dei luoghi e dei lavori. Allo stato attuale sono attivi 14  cantieri  seguiti da tre diversi Coordinatori per la sicurezza.

Maurizio Pesce

Stato di attuazione degli interventi a maggio 2013 - Elaborazione di I. Patriarca, Archivio SSBAR

Stato di attuazione degli interventi a maggio 2013 – Elaborazione di I. Patriarca, Archivio SSBAR

La normativa vigente (Codice degli Appalti, D.Lgs. 163/06 e  Testo unico sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro, D.Lgs. 81/08 e D.Lgs. 106/09 e s.m.i.), pone in capo ai Responsabili dei procedimenti le verifiche sulla idoneità tecnico-amministrativa delle imprese come definite dall’Allegato XVII del succitato decreto;  in tale delicata attività essi sono supportati da  professionisti specializzati (Coordinatori per la sicurezza) i quali progettano e controllano che i cantieri operino in perfetta sicurezza al fine di tutelare la salute e l’incolumità delle maestranze e dei tecnici impegnati nella realizzazione delle opere.

Numerose oggi le imprese e i professionisti impegnati nelle attività di consolidamento delle strutture e delle superfici decorate, che richiedono una puntuale gestione del coordinamento per la sicurezza finalizzata al contenimento delle interferenze,  attraverso  l’individuazione – ad esempio-  degli accessi e dei percorsi delle maestranze all’interno del monumento, la segregazione delle diverse aree di lavoro, il corretto posizionamento della segnaletica, l’individuazione delle vie di fuga e degli specifici rischi lavorativi.

DUVRI - Gestione coordinamento generale sicurezza – Complesso Monumentale della Domus Aurea Anno 2013 - Archivio SSBAR

DUVRI – Gestione coordinamento generale sicurezza – Complesso Monumentale della Domus Aurea Anno 2013 – Archivio SSBAR

Il coordinamento generale per la sicurezza sottopone a una puntuale e continua verifica del rispetto dei requisiti di sicurezza adottati nelle varie lavorazioni, attraverso riunioni a scadenze ravvicinate, tra le  imprese esecutrici e i professionisti, finalizzate alla condivisione delle diverse problematiche.

Fondamentale in questo senso il continuo aggiornamento del diagramma di Gantt, strumento in grado di evidenziare graficamente i periodi di possibile interferenza tra 2 o più imprese o le fasi di lavorazione più delicate e/o rischiose per i lavoratori, quindi essenziale anche in fase di redazione dei PSC (piani di sicurezza e coordinamento) per una corretta stima analitica dei costi della sicurezza (Allegato XV D.Lgs. 81/08).

Attualmente per il coordinamento della sicurezza nei cantieri della Domus Aurea sono attivi: l’Arch. Enrico Del Fiacco, Arch. Alberto Parboni Arquati  e  il Geom. Andrea Nardiello.

Andrea Nardiello

Restauro delle superfici del Criptoportico - Ambiente 19 – Settore Orientale Anno 2011 -2012 - Archivio SSBAR

Restauro delle superfici del Criptoportico – Ambiente 19 – Settore Orientale  – Archivio SSBAR

Lavori di consolidamento e restauro per la salvaguardia e la messa in sicurezza delle strutture della Domus Area della Casermette – Ambiente 17 - Anno 2012 - Archivio SSBAR

Lavori di consolidamento e restauro per la salvaguardia e la messa in sicurezza delle strutture della Domus Area della Casermette – Ambiente 17 - - Archivio SSBAR

Tag: , , , , , , .
Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Gli autori

Maurizio Pesce

Maurizio Pesce

Funzionario tecnico della SSBAR dal 1978. Dal 1989 fa parte dello staff della Domus Aurea ricoprendo incarichi di supporto alla Direzione e di responsabilità nella gestione degli impianti e delle manutenzioni. Ha lavorato con particolare impegno alla riapertura del monumento nel 1999. Dal 2010 ha assunto l’incarico di direzione tecnica, svolgendo un intensa attività di coordinamento, d’intesa con la direttrice della Domus Aurea, tra le imprese attive, gli operatori e lo Staff, oltre ad essere direttore dei lavori di diversi cantieri per la messa in sicurezza del monumento.
Andrea Nardiello

Andrea Nardiello

Tecnico specializzato in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Geometra iscritto all’Albo inizia l'esperienza in ambito sicurezza nel 1998, assume poi incarichi di coordinamento per la sicurezza per committenti privati e pubblici, tra cui il MiBAC, dopo aver conseguito l’abilitazione quale coordinatore per la sicurezza. Approfondisce gli studi attraverso corsi di aggiornamento in materia di salute e sicurezza, oltre al conseguimento della Laurea in Scienze Aziendali indirizzo Sicurezza sul Lavoro. E' stato anche promotore, moderatore e relatore in convegni in materia di sicurezza tra i quali “La gestione della sicurezza nelle grandi opere: l’esperienza della costruzione del nuovo centro congressi di Roma: la nuvola dell’arch. M. Fuksas”. Tra gli incarichi riguardanti la sicurezza si è occupato per la SSBAR di: Domus Aurea, Tempio di Portunus al Foro Boario, Parco dell’Appia antica, Palazzo Altemps, Mitreo S. Prisca: Domus Romana all’Aventino, Palatino - Domus Tiberiana. E' impegnato nell’aggiornamento del DUVRI - Documento Unico di Valutazione del Rischio Interferenze - del complesso della Domus Aurea.

2 commenti

  1. That is really interesting, You are an excessively skilled blogger.

    I’ve joined your rss feed and look ahead to in quest of extra
    of your great post. Additionally, I have shared your
    site in my social networks

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>