Un grande contributo per il risanamento della Domus Aurea

Cari lettori del blog,

ci eravamo lasciati ad agosto 2015 con un auspicio: quello di poter contare al più presto su un adeguato finanziamento supplementare, rispetto ai fondi ordinari della Soprintendenza, da destinare al progetto di risanamento della Domus Aurea.

Le nostre parole, alla vigilia di Ferragosto, seguivano a quelle del Presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali e Paesaggistici del MiBACT, Prof. Giuliano Volpe, che in una lettera aperta al Direttore de La Repubblica riferiva di «già previsti … finanziamenti» per questo importantissimo monumento di Roma, unico al mondo per dimensioni, consistenza e qualità dell’architettura e pittura antica.

Oggi (28 dicembre 2015), a soli 4 mesi da quel frangente, il Ministro on. Dario Franceschini ha ufficialmente annunciato lo stanziamento di ben 13 milioni di euro da utilizzare per gli interventi di consolidamento e messa in sicurezza della Domus Aurea, in vista della sua completa ancorché graduale riapertura al pubblico nel corso dei prossimi anni. Come è stato ribadito anche sui principali quotidiani nazionali (La Repubblica, Il Corriere della Sera, Il Messaggero e altri), si tratta di un finanziamento cospicuo, evidentemente non sufficiente a coprire l’intero budget necessario al completamento dei lavori (circa 30 milioni di euro per realizzare il Sistema Integrato di Protezione e il Giardino sostenibile al livello del Parco del Colle Oppio, cui va aggiunta un’altra non trascurabile cifra per gli interventi di messa in sicurezza delle strutture e pitture e per il definitivo restauro degli apparati pittorici all’interno del monumento), ma che ci consentirà senz’altro di dare nuovo impulso, ottimizzandone e velocizzandone l’esecuzione, a quanto già intrapreso con la realizzazione del primo bacino (aprile 2015) e la progettazione, in parte già chiusa, di altri tre bacini adiacenti.

Personalmente – ma anche a nome del Soprintendente Arch. Prosperetti e di tutto lo staff della Domus Aurea – non posso che esprimere il più vivo apprezzamento per quanto stabilito dal Ministro e dal Prof. Volpe con l’intero Consiglio Superiore, e assicurare a tutti che per quanto ci riguarda daremo e faremo il massimo per condurre in porto (e senza perder tempo) il risultato. Sappiamo bene cosa fare e lo faremo!

Tag: , , , , , , .
Aggiungi il permalink ai segnalibri.

L'autore

Alessandro D’Alessio

Alessandro D’Alessio

Responsabile scientifico della Domus Aurea dal giugno 2015. Funzionario Archeologo della Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma, in servizio presso il MiBACT dal 2010. Già Direttore del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide e Responsabile dell’Ufficio Territoriale per la tutela della Sibaritide e Valle Crati (Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria) fino al 2015, è docente di “Architettura e Urbanistica del Mondo Romano” presso la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Matera (Università degli Studi della Basilicata). Ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale all’insegnamento universitario 10/A1 nel ruolo di Professore Associato. Esperto, in particolare, di architettura e tecnica edilizia romana, è autore di articoli e pubblicazioni scientifiche anche nei campi della topografia ed epigrafia. Ha condotto scavi e progetti di ricerca in Italia (Roma, Lazio, Basilicata, Calabria, Puglia) e all’estero (Tunisia, Turchia), e curato l’allestimento di musei e spazi espositivi.

7 commenti

  1. evviva!!!! non ci poteva essere notizia migliore per questo fine 2015!
    ma la cosa che mi rende più felice è il fatto di sapere che quei soldi sono in mani sicure e che sono destinati ad un progetto fantastico!complimenti,continuate così,non vedo l’ora di poter venire a visitare il cantiere!

  2. E’ un progetto unico ed affascinante quello a cui vi è “capitato” di lavorare!!
    Certa della competenza e passione che ci state (tu e tutta l’equipe tecnica) mettendo mi auguro di poter vedere presto i primi risultati dell’impegno profuso.
    Buon lavoro.
    Cristiana

  3. Cari Alessandro D’Alessio, Elisabetta Segala, Maria Bartoli, Gabriella Strano, Maurizio Pesce ( a volte i nomi vanno fatti) e tutti gli altri,
    Sono davvero molto molto felice e soddisfatta ! Per La Domus e per il grande lavoro che c’e’ dietro questo Progetto. E’ stato premiato il vostro impegno forte e costante e so che ce la farete. Bravi!
    Fedora Filippi

  4. Ma che bella notizia! Direi che il 2016 é cominciato alla grande per la Domus! Nei mesi scorsi non si era sicuri di questi fondi aggiuntivi e forse aleggiava anche un po di tristezza, questa notizia da la carica per i prossimi mesi sia a Voi che ci lavorate dentro e sopra ogni giorno, sia a noi lettori del blog e “supporter” della Domus che vi seguiamo e talvolta “disturbiamo” con la continua richiesta di aggiornamenti dul sito :-) Spero di poter passeggiare presto nel giardino integrato. In bocca al lupo e buon lavoro!! Giuseppe Mistritta

  5. Una notizia bellissima che mi consola solo in parte da quando è stato deciso di togliere lo studio della storia dell’arte dalle scuole secondarie. Sto in questi giorni girando per Roma per approfondire i miei studi e la conoscenza di questa città nonostante ci sia nato, e sto invece capendo che non basta una vita per gustarne l’infinita bellezza e ricchezza, e nonostante deluso dal disinteresse dei nostri politici per la vera ricchezza italiana, sapere che gente come voi si batte per donare ai cittadini un gioiello come la Domus Aurea, non può che riempirmi di orgoglio. Grazie a tutti.

  6. Buongiorno,

    come va con la Domus? ci sono novita´ con l andamento dei lavori del giardino integrato? Le visite continuano? ho visto che la raccolta con le donazioni ha messo assieme un piccolo ma significativo gruzzoletto :-)

    Giuseppe

  7. BELLISSIMO! BRAVISSIMI!!!!
    Se mi posso permettere vi chiederei di realizzare un piccolo filmato in cui spiegate l’importante progetto così da permetterci di farlo girare sui social network con lo scopo di pubblicizzare la necessaria raccolta di capitali tramite crownfunding. Io stesso tempo addietro avevo commentato la necessità di utilizzare questo strumento e non sapevo che lo aveste fatto (sicuramente colpa mia). Fare un video per promuovere fondi aumenta la visibilità del progetto dando possibilità di partecipare a tutti coloro che possono e vogliono dare un piccolo contributo.
    Per i montaggi video sono convinto che alcuni professionisti possano prestare i loro servizi gratuitamente e se avete bisogno di alcuni contatti sono a vostra disposizione.
    NON FERMATEVI. GRAZIE!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>