Maria Bartoli

L'autrice: Maria Bartoli

Restauratrice formata presso l’I.S.C.R. di Roma, si è occupata a lungo di conservazione di superfici dipinte, intonaci, stucchi e materiali lapidei. Funzionario della SSBAR, dal 1994 ha la responsabilità della Sezione opere musive all’interno del Settore Restauro I MNR. Nel 2010 è entrata a far parte dello staff tecnico della Domus Aurea. Conservator trained at ISCR in Rome, she has many years of work-experience on the conservation of painted surfaces, plasterwork, stucco and stone materials. Working at SSBAR, since 1994 she has been responsible for the Mosaics section within the Conservation Sector I MNR. In 2010, she became a member of the Domus Aurea’s technical staff.

Avvio dell’intervento nell’ambiente 41: sopralluogo sul ponteggio

novembre 2 2012 049 web

Il 12 dicembre 2012 terminato il montaggio del ponteggio nell’ambiente 41, è stato possibile effettuare un sopralluogo nel corso del quale, attraverso l’osservazione ravvicinata, si son potute valutare le condizioni conservative delle strutture e delle decorazioni.

Abbiamo deciso di farne un caso di studio per il blog per percorrere insieme le fasi della conoscenza, delle decisioni e dei lavori per il consolidamento.

Continua a leggere

Gli interventi di consolidamento nel quartiere orientale

Restauratrice a lavoro - Archivio SSBAR

Il quartiere orientale della Domus Aurea, organizzato intorno alla ben nota Sala Ottagonale, è stato interessato a partire dal 2006 dall’azione del Commissario delegato per la messa in sicurezza urgente della Domus Aurea istituito con Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 3541 del 18 agosto 2006. Dopo una fase di studio e progettazione i primi interventi di consolidamento (Lotto I°) sono stati avviati nel 2010. Tali lavori, diretti dal Commissario Ing. L. Marchetti, hanno riguardato i consolidamenti delle murature verticali, di piattabande, oltre che di monitoraggi strutturali e microclimatici, concentrati nel settore orientale del monumento. Con Ordinanza PCM n. 4017 del 25 aprile 2012, il Commisariamento è cessato e tutto il monumento  e con esso i fondi rimasti disponibili sono ritornati sotto la responsabilità e la gestione ordinaria della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, che nel frattempo aveva continuato ad operare nel settore occidentale, oltre che a svolgere la funzione di tutela del Monumento.

Continua a leggere