Villa dei Quintili. Nuovo percorso per nuovi scavi

Pavimento di una sala con marmi colorati

Dal 26 novembre il complesso archeologico della Villa dei Quintili apre nuovi settori dopo una impegnativa campagna di scavo, restauri e opere per i percorsi del pubblico. La nuova zona riguarda un settore residenziale (circa 4000 metri quadrati) con una grande esedra, in origine con colonne di cui sono state trovate le basi sul posto,  che serviva da ingresso scenografico a una sala da pranzo di forma circolare e da raccordo tra i vari settori del complesso, in particolare con il grandioso giardino. Alcune stanze e corridoi conservano quasi integre le pavimentazioni con mosaici e marmi colorati di straordinaria eleganza, per lo più databili alla fase della villa di proprietà dei fratelli Quintili e dei primi ampliamenti realizzati dall’imperatore Commodo. Il percorso consente di entrare negli ambienti attraverso scale antiche e passerelle moderne, in modo da dare ai visitatori la sensazione di muoversi come era in antico.

A seguito dell’acquisto della Tenuta di S. Maria Nova, confinante con la proprietà dei Quintili, mentre si lavora per la realizzazione delle opere previste per rendere accessibile al pubblico anche gran parte di questo nuovo complesso, si è da subito creato un collegamento tra le due zone ed è stato creato un percorso che tramite una scala moderna conduce sulla sommità della grandiosa cisterna circolare (c. d. Piranesi che l’ha disegnata alla fine del ‘700), interna alla Tenuta di S. Maria Nova. Da qui si può godere una vista panoramica a 360 gradi sull’Appia Antica, sui monumenti circostanti e sul paesaggio.

Data e ora: 
Venerdì, 26 Novembre, 2010