L'area archeologica

Emporium

L’area archeologica

L’intervento di musealizzazione con percorsi guidati al di sotto del mercato, attraverso la conservazione dell'antico e il suo inserimento nel tessuto moderno, mostrerà l'evoluzione temporale del quartiere: dai magazzini di età romana ai "villinetti" IACP dell’inizio del '900, fino al campo sportivo dell'A.S. Testaccio e al Nuovo Mercato.

Il percorso sotterraneo, che renderà visibili e fruibili le strutture rinvenute durante le indagini archeologiche preventive, prevede l’illustrazione dei ritrovamenti attraverso uno sviluppo temporale e fisico, che conduca il visitatore dai livelli più antichi, collocati più in basso rispetto al piano di calpestio, a quelli più recenti.

Al di sotto del Nuovo Mercato Testaccio sarà possibile all’interno della città storica far convivere in modo armonico passato e presente e mostrare il tessuto urbano antico senza obliterare il moderno. Non si tratta infatti di un’area che viene adibita a esposizione museale sottraendola alla vita cittadina ma dell’interazione profonda tra spazio museale e struttura utilitaria e funzionale, quale si configura l’area del costruendo mercato cittadino di Testaccio.

 

L’area espositiva

Verrà realizzato uno spazio museale integrato nella progettazione urbanistica del Mercato, accessibile dall’area archeologica e dal piano stradale.

L’area espositiva illustrerà alcune tematiche generali del mondo romano afferenti all’area del Testaccio, presenterà alcuni reperti rinvenuti nel corso degli scavi e costituirà il fulcro del sistema area archeologica-percorso museale nel quartiere e come tale sarà anche il centro per il reperimento delle informazioni e del materiale didattico sulle due strutture museali.

La progettazione dell’area espositiva, riservando uno spazio per il reperimento del materiale informativo e per l’esposizione di alcuni reperti significativi, privilegerà la realizzazione di uno spazio ludico-didattico per l’infanzia ispirato alle tematiche archeologiche. Al momento infatti non esiste a Roma una struttura specificatamente dedicata.